Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti, necessari al suo funzionamento, e, con il tuo consenso, cookie di profilazione ed altri strumenti di tracciamento di terze parti, utili per esporre video ed analizzare il traffico al fine di misurare l'efficacia delle attività di comunicazione istituzionale. Puoi rifiutare i cookie non necessari e di profilazione cliccando su "Solo cookie tecnici". Puoi scegliere di acconsentirne l'utilizzo cliccando su "Accetta tutti" oppure puoi personalizzare le tue scelte cliccando su "Personalizza".
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy.

Solo cookie tecnici Personalizza Accetta tutti

vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

TECNOLOGIA DELL'ARCHITETTURA

Corso ARCHITETTURA
Curriculum comune
Anno Accademico 2023/2024
Anno 2
Crediti 6
Ore aula 60
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/12 - TECNOLOGIA DELL'ARCHITETTURA
Attività formativa Caratterizzante
Ambito Discipline tecnologiche per l'architettura e la produzione edilizia

CANALE AL

Docente

Foto Corrado TROMBETTA
Responsabile Corrado TROMBETTA
Crediti 6
Semestre Secondo Ciclo Semestrale

Informazioni dettagliate relative all'attività formativa

Il Corso appartiene al tradizionale corpus disciplinare degli studi in Architettura e la sua denominazione esprime i contenuti

disciplinari della Tecnologia dell'Architettura, il cui fine ultimo è lo studio dei processi di realizzazione in architettura. Il Corso si basa

su un programma caratterizzato da una metodologia che intende produrre le prassi preliminari di alcune parti di un progetto

definitivo, con esperienze parziali di progettazione esecutiva. Lo scopo è condurre lo studente a "ragionare" sul progetto, ad iniziare

dagli aspetti costruttivi. In particolare si intende fornire un approccio didattico sulle relazioni, semplici e complesse, che si instaurano

in un sistema, in questo caso, tra gli elementi dei Sistemi Costruttivi, in particolare espressi su una sezione di edificio.


Ultimo aggiornamento: 28-07-2023

Bibliografia di riferimento (max 5 testi) – ES: di cui nr.2 teorici, n.2 consigliati per la sperimentazione, n.1 sui temi di anno (tra cui testi/articoli etc del docente....)



  • - AA.VV. Manuale di Progettazione edilizia, vol. 1, 2, 3, 4, 5, 6. Milano: Hoepli. - Quaroni, L. (2001). Progettare un edificio. Otto lezioni sull’architettura. Bologna: Kappa. - AA.VV. 2005 (2010 R). Grande Atlante di Architettura (Vol 3, 4, 5, 10, 11, 14, 18, 20). Torino: UTET.
  • - - Arbizzani, E. (2011). Tecnologia dei sistemi edilizi. Progetto e costruzione. Rimini: Maggioli Editore.

-

- - -

- Campioli A., & Lavagna, M. (2013). Tecniche e Architettura. Torino: Citta? Studi Edizioni. Bibliografia di riferimento - Salvadori, M. (1979). Dalla Caverna al grattacielo. Roma: Armando Editori. - Nardi, G. (2001). Tecnologie dell’architettura. Milano: Clup.

- Torricelli, MC, Del Nord, R., & Felli P. (2001). Materiali e tecnologie dell’architettura. Bari: Laterza.

- Milardi, M. (2015). L’edificio risorsa. Caratteri e indicatori di ecoefficienza in edilizia. Roma: Ed. Nuova Cultura.


Ad ogni lezione verra? fornita agli studenti una bibliografia, sitografia specifica e altro materiale didattico degli argomenti trattati nonche? testi PDF autorizzati. 


Ultimo aggiornamento: 07-09-2023

Al fine di conseguire i risultati attesi per il programma del corso e la sperimentazione proposta, l’offerta didattica articolata nelle

differenti attività persegue i seguenti

- Obiettivi formativi qualificanti:

Conoscenza e capacità di comprensione delle principali Tecnologie dell’Architettura (knowledge and understanding);

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding) di Progettazione Tecnologica semplice;

Autonomia di giudizio (making judgements) della qualità della progettazione tecnologica;

Abilità comunicative (communication skills) abilità di base nella comunicazione dei contenuti progettuali;

Capacità di apprendere (learning skills) attraverso l’osservazione dell’ambiente costruito.

-

- Obiettivi formativi specifici (con riferimento al tema del corso/laboratorio):

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding) di Progettazione Tecnologica semplice;

Autonomia di giudizio (making judgements) della qualità della progettazione tecnologica;


Ultimo aggiornamento: 16-08-2023

Per la propedeuticità riferirsi all’art.19 del Regolamento didattico


Ultimo aggiornamento: 07-09-2023

Distribuite per le ore di didattica frontale (10 ore=1 cfu) (come da registro)

Lezioni: (ore/anno in aula): 60 ore Esercitazioni: (ore/anno in aula): 15

Attivita? pratiche: (ore/anno in aula):

Altro: visite guidate ai laboratori darte: 5 ore

Calendario delle attivita? formative

(anche solo indicando la settimana/semestre con riferimento al calendario didattico) Settimana1-settimana 8 Lezioni Teoriche, esercitazioni intermedie.

Settimana 9 – settimana 12 esercitazione d’anno

Settimana 13 – settimana 14 didattica integrativa

Giugno esami e verifiche da fissare secondo da calendario accademico

2. LAVORO AUTONOMO DELLO STUDENTE

Esplicitare modalita?, contenuti e tempi della componente di lavoro che lo studente dovra? svolgere autonomamente al di fuori delle ore

di didattica frontale erogata (a completamento delle ore /cfu)

1 cfu=25 ore (10 ore frontale/15 a cura dello studente*)




  • - Approfondimento/studio su bibliografia (parte teorica) 25 ore
  • - Preparazione verifiche (sperimentazione) 25 ore
  • - Preparazione esami 15 ore 

Ultimo aggiornamento: 07-09-2023

Il Corso prevede visite organizzate in forma di tirocinio all’interno del BUILDING FUTURE Lab. per osservare sequenze di test su involucri edilizi


Ultimo aggiornamento: 07-09-2023

ES (simulazione)

0_ test per verificare le conoscenze di base (avvio in attivita? formative)

1_ verifica intermedia sul programma su lezioni frontali e seminari (8-12 genn. 2024)** 2 _ verifica finale – Final Review/ WORKSHOP (dal 13 al 31 maggio al 2024)**

(cfr art.14 regolamento didattico/obbligo di frequenza)


Modalita? di svolgimento dell’esame finale : Teoria/Pratica 


Ultimo aggiornamento: 07-09-2023

Goal 4. Istruzione di Qualità.


Ultimo aggiornamento: 07-09-2023


Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Corrado Trombetta
MARTEDÌ 8,30-9,30 DARTE, stanza 14,
previo appuntamento mail del docente
ctrombetta@unirc.it
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

CANALE MZ

Docente

Foto Alberto DE CAPUA
Responsabile Alberto DE CAPUA
Crediti 6
Semestre Secondo Ciclo Semestrale

Informazioni dettagliate relative all'attività formativa

Così come specificato all’art.5 Regolamento didattico del CdS, il corso, orientato prevalentemente alla formazione di base e alla sperimentazione di esperienze di sintesi applicativa dei saperi, appartiene al tradizionale corpus disciplinare degli studi di Architettura e la sua denominazione esprime i contenuti disciplinari della Tecnologia dell'Architettura, il cui fine è lo studio dei processi di realizzazione in architettura. Esso prevede un programma che si caratterizza attraverso una metodologia che, tendendo a produrre un progetto di fattibilità tecnica, un progetto definitivo ed esperienze parziali di progettazione esecutiva, porti soprattutto a ragionare sul progetto.  

Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione tra momento ideativo e momento realizzativo. 

Il corso intende essere un'esperienza applicativa di progettazione tecnologica, costruita sul rifiuto di una concezione autonoma e separata del progetto; utile alla comprensione dei "processi edilizi" e di come il sapere tecnologico intervenga nel processo di progettazione. Scopo del corso è fare acquisire la conoscenza del ruolo sociale del progettista e dei rapporti che si instaurano nella costruzione dell'architettura, tra forma e contenuti, tra fini ambientali e sociali, tra uso dei materiali e loro prestazioni, tra logica degli spazi, logica delle funzioni e ragioni strutturali.


Ultimo aggiornamento: 04-08-2023

-        Puglisi V., Cazzaniga M. (2019) Costruire un edificio. Tecniche, sistemi e materiali costruttivi, Collana Politecnica, Maggioli Editore, Rimini. (recommended for experimentation)

-        De Capua A. (2002), Nuovi paradigmi per il progetto sostenibile, Gangemi, Roma. (theoretical text)

-        Campioli A., Lavagna M. (2013), Tecniche e Architettura, CittàStudi Edizioni, Torino. (recommended for experimentation)

-        Malacarne G. (2013), La Casa. Forme e luoghi dell’abitare urbano, Skira, Ginevra-Milano. (year topics text)

-        Nardi G. (2001), Tecnologie dell’architettura, Clup, Milano (theoretical text)


Ultimo aggiornamento: 04-08-2023

Al fine di conseguire i risultati attesi per il programma del corso e la sperimentazione proposta, l’offerta didattica articolata nelle differenti attività persegue i seguenti:

-        Obiettivi formativi qualificanti: Il corso è orientato a fornire agli studenti gli strumenti operativi per governare le proprie scelte, con un approccio tecnologico, e prevede un programma caratterizzato da una metodologia che, tendendo a produrre un progetto di fattibilità tecnica, un progetto definitivo ed esperienze parziali di progettazione esecutiva, porti soprattutto a ragionare sul progetto.

Obiettivi formativi specifici (con riferimento al tema del corso/laboratorio): Il tema di anno sarà un’esercitazione basata sulla progettazione tipologica e tecnologica di un modulo abitativo con tecnologie costruttive tradizionali e poco complesse. L’obiettivo è far applicare allo studente un metodto teorico ed operativo per comprendere le implicazioni derivanti dal progetto dell’abitare.


Ultimo aggiornamento: 04-08-2023

In linea con quanto stabilito all’art.19 del Regolamento didattico per poter sostenere l’esame del corso di Tecnologia dell’architettura è necessario avere già seguito, certificandolo (e possibilmente aver sostenuto) il corso di “Materiali per l’architettura” 1° anno di corso) poiché, si presuppone che lo studente debba avere già acquisito le conoscenze di base riferite alle tecnologie dei materiali, del loro ciclo produttivo e della loro collocazione nel processo realizzativo del bene finale.


Ultimo aggiornamento: 04-08-2023

1.     TIPOLOGIA DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE:

Lezioni: (ore/anno in aula): 20

Esercitazioni: (ore/anno in aula): 25

Attività pratiche: (ore/anno in aula): 15 


Calendario delle attività formative (anche solo indicando la settimana/semestre con riferimento al calendario didattico)


  1. LAVORO AUTONOMO DELLO STUDENTE

1 cfu=25 ore (10 ore frontale/15 a cura dello studente*)

-        Approfondimento/studio su bibliografia (parte teorica)

-        Preparazione verifiche (sperimentazione)

-        Preparazione esami

Lo studente dovrà studiare sui testi consigliati gli argomenti trattati nelle lezioni frontali, dovrà disegnare criticamente gli elementi costruttivi spiegati in aula supportando gli elaborati grafici con documentazione fotografica e dovrà preparare delle schede sintetiche sui componenti edilizi. Si prevede che gli elaborati grafici approfondiscano gli aspetti trattati fino alla scala esecutiva. Durante il corso, gli studenti saranno seguiti in ogni fase del progetto e, in aula, avverrà, per tutti la verifica di quanto elaborato in maniera autonoma.


Ultimo aggiornamento: 04-08-2023

L’attività didattica si articola attraverso attività di insegnamento “ex cathedra” sulle tematiche basilari e le cognizioni teoriche e tecniche (prima fase), e attraverso l’attività di tutoraggio per l’elaborazione del progetto (seconda fase), la cui concezione dovrà essere contemporaneamente espressa matericamente e tecnologicamente e quindi approfondita alla opportuna scala. 

La frequenza dei corsi sarà verificata attraverso prove parziali e riferibili a tre livelli di attività: 


Livello conoscitivo-analitico

§  dei mezzi (materiali, prodotti, sistemi costruttivi tradizionali ed innovativi)

§  dei processi e delle procedure (fasi, soggetti, modelli organizzativi)

§  del tema (esigenze, bisogni, fattibilità; legislazione, normativa; riferimenti culturali)

§  del contesto (dati esterni morfologici e climatici, geologici, storici, urbanistici, architettonici)

Livello elaborativo

§  Interrelazioni bisogni/mezzi/contesto e valutazione dei gradi di libertà progettuali (l'attività tende a produrre due diversi livelli di progettazione: progetto preliminare – definizione del sottosistema ambientale - ed esperienze parziali di progetto definitivo/esecutivo – definizione del sottosistema tecnologico).


Livello di verifica/validazione

Sulle elaborazioni parziali, ed in progress, saranno sviluppate azioni di verifica/validazione riferite a:

§  Rapporto costruzione/ambiente

§  Rapporto programma/progetto

§  Rapporto progetto/costruzione

§  Rapporto costruzione costi

Il tema di anno sarà un’esercitazione basata sulla progettazione tipologica e tecnologica di un modulo abitativo con tecnologie costruttive tradizionali e poco complesse.



RISULTATI ATTESI 

Obiettivo del Corso è di fare acquisire allo studente la conoscenza dei rapporti che nella costruzione dell'architettura si instaurano tra forma e contenuti, tra i fini sociali della trasformazione ambientale e i mezzi offerti dalla produzione, tra l'uso dei materiali e le loro prestazioni, tra la logica degli spazi, la logica delle funzioni e le ragioni strutturali; in modo da maturare la capacità di concepire, progettare e restituire graficamente gli elementi costruttivi fondamentali e i loro assemblaggi, verificandone gli aspetti economici e le congruenze normative, controllando il ruolo che materiali e tecniche svolgono nel progetto di architettura, nella realizzazione e, più in generale, nel processo di programmazione-progettazione produzione-uso di un manufatto.


Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding);

L’obiettivo è di fare acquisire allo studente le conoscenze di base attraverso lo studio e l’approfondimento di aspetti metodologici e tecnici che caratterizzano l’ambito del progetto tecnologico fin dal suo concepimento. Le tecniche adottate dai maestri serviranno da guida per l’individuazione di modi efficaci ed efficienti mirati al raggiungimento di soluzioni progettuali appropriate al periodo storico ed al contesto entro cui ci si muove e con cui ci si rapporta. L’apporto teorico risulta fondamentale al fine di garantire un corretto approccio in termini meta-progettuali, nonché di governo della disciplina.


Autonomia di giudizio (making judgements);

Sarà monitorata la capacità dello studente di sviluppare capacità critiche ed essere in grado di formulare una propria valutazione e/o giudizio, di reperire, selezionare e utilizzare autonomamente dati e informazioni, di essere in grado di prendere iniziative e decisioni (es. individuare problematiche e trovare soluzioni) e di valutare le proprie scelte progettuali tipologiche e costruttive.


Abilità comunicative (communication skills);

Il termine del corso coinciderà con l’acquisizione non solo della capacità di esporre, in sede d’esame, quanto prodotto durante il corso, ma si avvale del “modulo” fondamentale del racconto del progetto, al fine di comunicare efficacemente quanto elaborato rientrando tra gli obiettivi generali previsti dal Corso di Laurea.


L’obiettivo è di fornire agli studenti nozioni e strumenti utili alla comprensione di base dell’architettura ecocompatibile e alle tecnologie dell’architettura. Attraverso la risposta ad una domanda reale, gli studenti si confronteranno con la fattibilità della richiesta.


Ultimo aggiornamento: 04-08-2023


Tipologia di esame:

Il corso avrà essenzialmente due momenti di valutazione. Una valutazione intermedia sui temi teorici attraverso un test da svolgersi in aula e una valutazione finale, che prenderà? in considerazione gli esiti della valutazione intermedia, la preparazione complessiva sui temi teorici e l’esito della prova di esercitazione annuale. 

In relazione agli argomenti trattati nei moduli didattici, gli studenti sono chiamati a svolgere esercitazioni e verifiche parziali, secondo scadenze da precisare. A supporto di tali attività sarà fornito preventivamente materiale didattico, con bibliografie specifiche, schede bibliografiche-tipo, schede conoscitive su sistemi tecnologici, materiale antologico, ecc.

La verifica d’anno, finalizzata alla certificazione degli 8 crediti previsti, consiste in un colloquio, nella riconsiderazione delle valutazioni parziali e nella valutazione degli elaborati prodotti durante l’anno: esercizi, scritti e grafici, documentazione fotografica, ecc., racchiusi in un book, ed un elaborato comunicativo del progetto.

Il book sarà una sorta di "libro di testo personalizzato" prodotto a regia, contenente la comunicazione complessiva del prodotto/progetto finale inserito nel contesto di riferimento assegnato.

Il lavoro sarà individuale e, in parte, prodotto in aula. Le verifiche avverranno periodicamente, in base a stati d'avanzamento programmati; le verifiche parziali potranno essere tradotte in "crediti" utili ai fini dell'esame.

Criteri di valutazione:

Votazioni:

30 - 30 e lode: Ottima capacità di ideare e sviluppare un progetto di un oggetto originale e riproducibile; capacità di formulare giudizi e valutazioni originali; ottima proprietà di linguaggio e comunicativa anche su diversi registri (disegno, presentazione, ecc.);

26- 29: Esauriente capacità di ideare e sviluppare un progetto con contenuti innovativi; capacità di applicare le conoscenze acquisite e di formulare giudizi; buona capacità di articolare un discorso specialistico anche attraverso diversi registri comunicativi;

22 - 25: Sufficiente capacità di ideare e sviluppare un progetto con elementi di innovazione; basilare capacità di applicare le conoscenze acquisite e di formulare giudizi, nonché di

articolare un discorso specialistico

18-21: Minima capacità di ideare e sviluppare un progetto con elementi di innovazione, di applicare le conoscenze acquisite e formulare giudizi, nonché minima capacità espositiva e comunicativa

Insufficiente: forti difficoltà nell’ideare e sviluppare un progetto; forti lacune formative; incapacità di applicare le conoscenze acquisite; linguaggio inappropriato.


ES (simulazione)

1_ test per verificare le conoscenze di base (avvio in attività formative): Riepilogo di quanto acquisito nell’anno precedente relativamente ai temi trattati. Test di verifica su alcuni concetti teorici di base da sostenersi tra la prima e la seconda settimana (verifica intermedia sul programma su lezioni frontali e seminari 8-12 genn. 2024)

2 _ verifica finale – Final Review/ WORKSHOP (dal 13 al 31 maggio al 2024)


Modalità di svolgimento dell’esame: Teoria/Pratica

Il lavoro prodotto in aula e a casa, in parte individuale, in parte sviluppato da gruppi, sarà verificato e valutato periodicamente, in base a stati d'avanzamento programmati e in modo collettivo. Sono previste consegne di verifica in itinere nel corso dell’anno. Le verifiche saranno tradotte in “crediti” per il superamento dell'esame.

In relazione agli argomenti trattati nei moduli didattici, gli studenti sono chiamati a svolgere esercitazioni e verifiche parziali, secondo scadenze da precisare. 

A supporto di tali attività sarà fornito preventivamente materiale didattico, con bibliografie specifiche, schede bibliografiche-tipo, schede conoscitive su sistemi tecnologici, materiale antologico, ecc.

La verifica d’anno, finalizzata alla certificazione degli 6 crediti previsti, consiste in un colloquio, nella riconsiderazione delle valutazioni parziali e nella valutazione degli elaborati prodotti durante l’anno: esercizi, scritti e grafici, documentazione fotografica, ecc.



Ultimo aggiornamento: 04-08-2023

La sostenibilità è “un concetto dinamico, in quanto le relazioni tra sistema ecologico e sistema antropico possono essere influenzate dallo scenario tecnologico”. Il design, per sua natura è una delle attività più artificiose (non naturali) generate dell’uomo. La progettazione di prodotti, di qualunque tipo, sta alla base del progresso e quindi anche dell’inquinamento; in questo senso quindi il design, può giocare un ruolo fondamentale di resilienza nello sviluppo sostenibile.

Nell’attuale necessità della preservazione globale dell’ambiente, caratterizzata dai principi dell’economia circolare, quali riciclo e utilizzo di materiali naturali, si colloca anche il progetto, che nel corso degli anni ha subito un’evoluzione in chiave ecologica e sostenibile, favorendo la nascita della progettazione sostenibile.

Il fine è quello di adottare un modello economico che coinvolge l’intero processo di ideazione, progettazione, vendita sul mercato e smaltimento di un prodotto che rispetti l’ambiente, attraverso l’utilizzo di processi produttivi alternativi e la riduzione ai minimi livelli dell’impatto negativo che potrebbe avere sull’ecosistema.

Il corso presterà una grande attenzione verso la progettazione secondo tale ottica mettendo al centro il corretto impiego delle risorse naturali per favorire un continuo sviluppo economico che sia rispettoso dell’ambiente e dell’uomo. Si tratta di una scelta etica per la conservazione delle risorse del nostro pianeta e per la sua sopravvivenza. Dall’utilizzo di risorse rinnovabili (materie o fonti di energia presenti in natura, come il sole, il vento e l’acqua), nei processi produttivi, si ottengono materiali riciclabili e biodegradabili che hanno un impatto minimo in termini ambientali e sono anche pensati per poter essere riutilizzati più volte senza perdere le loro caratteristiche originarie.

Per ottenere risultati “sostenibili” è anche fondamentale reinventare e riciclare prodotti che generalmente vengono sprecati, rendendoli veri e propri oggetti di design trasformando, ad esempio, lo scarto di plastica in un arredo dallo stile accattivante e moderno.


Ultimo aggiornamento: 04-08-2023


Ulteriori informazioni

Descrizione Descrizione
TdA 1 Terminologia (varie) Descrizione
TdA 2 Organismo Edilizio Sistema Ambientale (varie) Descrizione
TdA 4a Abitare_Esercitazione (varie) Descrizione
TdA 4b Abitare_Esercitazione (varie) Descrizione
TdA 5 Nodi critici dell'OE (varie) Descrizione
TdA 6a Tecnologie a secco (varie) Descrizione
TdA 6b Tecnologie a secco (varie) Descrizione
TdA 6c Tecnologie a secco (varie) Descrizione
TdA 7 guida Esercitazione (varie) Descrizione
TdA 8 Dettagli esecutivi (varie) Descrizione

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Alberto De Capua
Il prof. De Capua riceve gli studenti nella propria stanza in dipartimento (II stecca piano terra) ogni GIOVEDI' dalle ore 11.00 alle ore 12.00
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Impostazione cookie

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1692263

Fax +39 0965.1692201

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1692206

Fax +39 0965.1692206

Indirizzo e-mail

Ufficio didattica

Tel +39 0965.1692440/212

Fax +39 0965.1692220

Indirizzo e-mail


Segreteria studenti

Tel +39 0965.1691475

Fax +39 0965.1691474

Indirizzo e-mail

Segreteria Amministrativa

Tel +39 0965.1692257/261/241

Fax +39 0965.1692201

Indirizzo e-mail


Ufficio orientamento

Tel +39 0965.1692386/212

Fax +39 0965.1692220

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

YouTube

Instagram